Angelica Dass e il suo progetto fotografico Humanae

angelica dass

Angelica Dass e il suo progetto fotografico Humanae

Hai mai pensato di che pantone sia la tua pelle? La giovane artista brasiliana Angelica Dass, originaria di Rio de Janeiro, si è dedicata ad un progetto fotografico davvero interessante: creare una sorta di catalogo delle diverse sfumature di pigmento della pelle umana, servendosi della scala dei colori Pantone. Questo progetto, intitolato “Humanae”, è un inventario fotografico, in continuo work in progress, del colore della pelle umana: un racconto che nasce proprio in Brasile, dove esistono circa cento parole per definire le diverse sfumature del colore della pelle.
angelica dass

@Angelica Dass

L’umanità color Pantone di Angelica Dass

Angelica Dass ha studiato Fashion Design e si è laureata in Fine Arts presso l’Università Federale di Rio de Janeiro. Dopo aver lavorato per anni nel settore della moda in Brasile, ha deciso poi di trasferirsi in Spagna dove ha frequentato la UNED in Giornalismo della Moda e la Scuola di Fotografia EFTI. Ogni colore Pantone viene associato ad un codice che permette di identificarlo e poterlo chiamare sempre con lo stesso nome.

Leggi anche: I consigli di fotografia di Nico Chiapperini

Angelica Dass fotografa tutti i suoi soggetti, poi prende un campione della pelle selezionandone una superficie grande circa 11 x 11 pixel e stabilisce la corrispondenza tra lo sfondo e il tono della pelle del ritratto. Terminata questa operazione, associa poi alla fotografia un codice Pantone che diventa il vero e proprio nome del soggetto. L’obiettivo del suo lavoro è coinvolgere direttamente il pubblico: tutti i suoi progetti infatto hanno un importante tema comune: maschere facciali che simboleggiano l’identità sociale, culturale e razziale.

angelica dass

@Angelica Dass

Il progetto Humanae cataloga e classifica le diverse sfumature di pigmento della pelle umana: la stessa ideatrice Angelica Dass, per esempio, è il Pantone 7522 C. Dal suo lavoro di catalogazione emerge un mosaico meraviglioso, che propone i ritratti della più varia umanità, catalogata in base al colore della pelle: nessuna valenza razziale, ma solo un’autentica e incantevole scala di colori.

2 Comments
  • andrea
    Posted at 17:58h, 14 Giugno Rispondi

    Abbinamenti bellissimi!

    • Anna Fornaciari
      Posted at 17:03h, 15 Giugno Rispondi

      Concordo assolutamente: uno dei miei progetti fotografici preferiti!

Post A Comment

Condivisioni