Michal Zahornacky e la ricerca dello scatto perfetto

Michal Zahornacky

Michal Zahornacky e la ricerca dello scatto perfetto

Michal Zahornacky è un fotografo originario della Slovacchia che ha iniziato la sua carriera circa sei anni fa, acquistando la sua prima macchina fotografica. La sua carriera è iniziata da autodidatta, grazie alla costanza e alla dedizione nei confronti della fotografia, fino a quando il suo obiettivo è diventato creare lo scatto perfetto, evitando di intervenire in un secondo momento con programmi di editing e foto ritocco.

Michal Zahornacky

@Michal Zahornacky

Grazie ad una illimitata fantasia e ad un potenziale creativo unico, Michal Zahornacky ha iniziato a realizzare scatti a tratti surreali e a tratti minimalisti. I protagonisti delle sue foto sono immersi in atmosfere oniriche, galleggiando in un equilibrio precario tra quotidianità e immaginazione. Un altro elemento centrale della sua poetica artistica è il costante rapporto tra l’uomo e la natura; le persone che ritrae infatti sono perfettamente inserite nel contesto naturale in cui vengono ospitate, evidenziando la cura che la natura ha nei confronti dell’essere umano.

Leggi anche: Elena Kalis e la sua Alice nel paese delle meraviglie

Durante una sua intervista Michal Zahornacky ha dichiarato: “La mia più grande passione è la fotografia concettuale. Per me infatti la sfida è esprimere e mostrare le mie idee attraverso l’immagine pura. La fase di preparazione della scena perciò diventa lunga: gli oggetti presenti nella mia composizione sono tutti reali. ”

Michal Zahornacky

@Michal Zahornacky

Ogni sua foto mostra la propria idea metaforica, servendosi esclusivamente del potere dell’immaginazione. Nessun intervento di photoshop, nessun ritocco postumo: l’idea del fotografo slovacco è quella di dedicarsi anima e corpo alla preparazione della messa in scena, ricercando lo scatto perfetto e realizzandolo in tempo reale. L’autenticità del suo lavoro emerge in modo lampante: le sue fotografie raccontano favole moderne, in cui i protagonisti sono l’uomo e la natura, i colori e le ombre. L’interesse per la figura umana emerge poi in modo nitido nello scatto, creando dei ritratti che trasmettono suggestioni emotive ed estetiche di grande impatto.

 

1Comment
  • andrea
    Posted at 18:39h, 10 Maggio Rispondi

    che bravo… ma l’avete conosciuto?

Post A Comment

Condivisioni