cosa-fare-in-2-giorni-a-firenze-copertina

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni: guida di viaggio alternativa

Firenze è una città a cui sono particolarmente affezionata perché qui ho vissuto per 3 anni, innamorandomi ogni volta di scorci dal fascino indimenticabile. Se tanti la scelgono per ammirare i suoi capolavori dell’arte e dell’architettura rinascimentale, altri invece sono sempre in cerca di nuovi consigli: ecco quindi la nostra guida di viaggio alternativa su cosa vedere a Firenze in 2 giorni.

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni tra street art, musei e locali

In questa guida di viaggio alternativa non ti parleremo delle solite location imperdibili come la Galleria degli Uffizi, Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, ma ci concentreremo sull’aspetto più contemporaneo e, per certi versi, underground della città. Dalla scelta del BB a quella dei ristoranti in cui mangiare e bere un drink, senza dimenticare un piccolo itinerario alla scoperta della street art e delle gallerie d’arte contemporanea che più amiamo, sei pronto a partire con noi per questo viaggio?

Leggi anche: Arte contemporanea in Toscana, itinerario tra Val d’Orcia e Chianti

cosa-vedere-a-Firenze-in-2-giorni-cattedrale

@Unsplash, Cattedrale Santa Maria del Fiore

Dove dormire a Firenze se sei un art addicted

Iniziamo dal principio: Firenze ha una vastissima offerta di hotel, ostelli e appartamenti, ma noi oggi vogliamo consigliartene uno in particolare. Ancora non abbiamo avuto modo di soggiornarci, ma le premesse sono ottime: stiamo parlando dello Street Inn Florence. Situato in pieno centro storico, questo B&B offre cinque stanze e ognuna ha un’opera d’arte diversa: gli artisti che le hanno realizzate sono URTO, Ache77, RMOGRL8120, Exit/Enter e Hopnn.

In una città ancora molto ancorata alle sue splendide tradizioni, l’avvento di questo posto è stata una boccata d’aria fresca: la scelta di trasferire l’arte urbana indoor comporta dei limiti per un artista di strada, ma anche delle nuove opportunità impensabili. Nato da un’idea di Silvia Serafini, in questo spazio tutti i visitatori hanno la possibilità di confrontarsi con il mondo dell’arte, tra forme geometriche e rivisitazioni di opere famose: niente male vero?

cosa-vedere-a-Firenze-in-2-giorni-bb

@Street Inn Florence

Locali a Firenze tra arte e cocktail

Alla domanda cosa vedere a Firenze in 2 giorni, non ti risponderemo solo con consigli sulla street art e sulle gallerie d’arte, ma anche con una piccolissima selezione di locali perfetti per mangiare qualcosa o semplicemente per concedersi un drink. Ecco quali sono 3 indirizzi che non possono mancare nella nostra guida di viaggio alternativa:

  • La Ménagère è un concept-restaurant situato a due passi dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore ed è un contenitore che raccoglie più anime. L’allestimento e il design hanno contribuito a creare un ambiente informale in cui cucina di alto livello, fiori ed accessori per la casa si incontrano e convivono. Materiali industriali, oggetti di recupero o di design ed elementi creati su misura disegnano una superficie di 1500 mq dal sapore contemporaneo: qui potrai regalarti un mazzo di fiori freschi, acquistare complementi d’arredo artigianali e gustare un ottimo pranzo a base di pesce fresco o un delizioso cocktail;

  • Murales Bistro’ è un altro posto molto carino, a due passi da Piazza Santa Croce, in assoluto una delle mie preferite a Firenze. Si tratta di un locale dal design urban chic, in cui spiccano l’eleganza dei piatti ed elementi underground come i murales. Se sei un appassionato di vini, qui troverai grande soddisfazione per il tuo palato;

  • infine, per un cocktail dopo una lunga giornata alla scoperta della città, non possiamo non citare il Rasputin. Si tratta di un locale arredato rievocando gli anni ’30, situato vicino a Piazza Santo Spirito, in un luogo semi nascosto. L’ingresso del locale si camuffa da altro, fuorviando il visitatore che sarebbe ben tentato di tirare dritto: se invece si supera questa piccola prova e si scopre il campanello, l’esperienza che vivrai sarà assolutamente indimenticabile e i drink sono unici.

cosa vedere in 2 giorni a firenze la menagere

@La Ménagère

Street art a Firenze: le opere da non perdere

Nella città di Michelangelo e Botticelli, c’è spazio per nuove forme di arte contemporanea? La street art a Firenze regala autentici capolavori tanto che il Portale Giovani del Comune di Firenze ha realizzato una pratica mappa, disponibile su Google Maps e in continuo aggiornamento, in cui sono segnalati più di cinquanta spazi tutti da scoprire. Ecco quali sono alcuni dei nostri artisti preferiti e dove trovare i loro lavori:

  • Blub ha creato il progetto “L’Arte Sa Nuotare” che è una serie di disegni in cui personaggi celebri del mondo dell’arte, della storia e dello spettacolo indossano una maschera da sub. Qual è il significato? L’artista toscano simboleggia con lo stato di “acqua alla gola”, la condizione in cui è costretto a vivere l’uomo contemporaneo e la conseguente necessità di imparare a “nuotare”;

cosa-vedere-a-Firenze-in-2-giorni-street-art

@Unsplash, opera Blub

  • l’artista francese Clet, nonostante molte polemiche e interventi della polizia, è intervenuto su elementi apparentemente poco considerati: i cartelli stradali. Quindi, mentre passeggi per il centro della città, non dimenticare mai di alzare lo sguardo perché potresti trovare un piccolo grande tesoro;
  • un altro artista che è intervenuto soprattutto nel quartiere di San Niccolò è Hopnn Yuri che si contraddistingue per tre elementi presenti nelle sue opere: il bianco, il rosso e le biciclette. L’obiettivo dell’artista marchigiano è diffondere temi politico-ecologici;
  • anche l’artista Exit/Enter ha distribuito i suoi omini stilizzati per gran parte del centro storico della città. I protagonisti delle sue opere di solito reggono un piccolo cuore rosso tramite un filo sottilissimo che collega l’uomo al nostro organo più importante. Nelle sue opere utilizza solo due colori, il rosso e il nero al quale si aggiungono ogni tanto dei tocchi di bianco. Il suo obiettivo è strappare un sorriso e sollecitare l’immaginazione di ognuno di noi;
  • non possiamo non citare una crew di artisti che amiamo molto perché lavorano con il 3D e usano colori accesi per provocare sensazioni ed emozioni al primo sguardo: stiamo parlando degli Urban Solid che hanno invaso anche Firenze con i loro capolavori urbani;
  • ultima chicca per gli amanti dei graffiti, ti consigliamo di fare una tappa al Sottopasso delle Cure, in cui troverai un labirinto creativo e super colorato (non dimenticare di alzare gli occhi per goderti lo spettacolo del soffitto!).

cosa fare 2 giorni firenze

@Travel On Art

Gallerie d’arte a Firenze: 3 indirizzi

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni oltre alla street art? L’arte contemporanea in questa città sta riscuotendo sempre più successo, ampliando gli orizzonti dei local e dei turisti. In questa guida di viaggio alternativa abbiamo deciso di dedicare un capitolo alle gallerie d’arte più interessanti, perfette per vivere l’esperienza di un vernissage o anche solo per concedersi una visita all’insegna della bellezza e della maestria di grandi artisti contemporanei. Ecco tre indirizzi da non perdere:

  • Aria Art Gallery è un autentico angolo di paradiso in pieno centro città. Prima dell’ingresso negli spazi della galleria infatti attraverserai un giardino esotico che è la perfetta combinazione tra passato e futuro. La programmazione non riguarda solo esposizioni di artisti già famosi, ma anche la promozione di talenti emergenti e non vengono organizzate solo mostre temporanee, ma anche live performance;
  • la galleria Eduardo Secci, fondata a Firenze nel 2012, rivolge lo sguardo ad artisti giovani con l’obiettivo  di presentare al pubblico italiano gli artisti di spicco del mondo dell’arte internazionale e viceversa. In questo spazio espositivo, la sperimentazione regna sovrana, proponendo progetti di qualità e valore;
  • infine vogliamo parlarti di Base Progetti per l’Arte, situato in via San Niccolò, che è nato da un collettivo di artisti che vivono e operano in Toscana con l’intento di promuovere alcuni aspetti interessanti dell’arte di oggi, creando un dialogo e un confronto costante su tutte le sfumature del mondo dell’arte.

cosa-fare-in-2-giorni-a-firenze-aria-art-gallery

@Aria Art Gallery

Musei d’arte moderna e contemporanea a Firenze: i nostri consigli

Dopo averti parlato di cosa vedere a Firenze in 2 giorni tra street art, gallerie e locali, potevano forse mancare i musei? Oltre ai famosi luoghi dell’arte come la Galleria degli Uffizi e il Museo Nazionale del Bargello, Firenze propone anche musei d’arte moderna e contemporanea di grande valore, ecco tre indirizzi da non perdere:

  • il Museo Novecento è situato all’interno dell’antico Spedale delle Leopoldine in Piazza Santa Maria Novella ed è dedicato all’arte italiana del XX secolo, proponendo una selezione di circa 300 opere distribuite in 15 ambienti.  Nelle sue sale accoglie la prestigiosa collezione di Alberto Della Ragione con De Chirico, Morandi, Sironi, Casorati, De Pisis: impossibile non trascorrere qualche ora in questo luogo incantato;
  • se vuoi rimanere aggiornato su eventi e mostre, il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina è un centro di livello internazionale in cui vengono ospitati progetti espositivi  di arte contemporanea, secondo un’impostazione interdisciplinare aggiornata sulle più recenti ricerche scientifiche e sulle attuali tendenze: qui le ispirazioni non mancano mai;
  • da marzo 2018 Firenze ha un nuovo luogo dedicato all’arte moderna e contemporanea. Al piano nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni, in uno degli angoli più belli della città, ha aperto al pubblico la Collezione Roberto Casamonti, fondatore e direttore della galleria Tornabuoni Arte. La raccolta si divide in due sezioni, la prima che include opere degli artisti di fine Ottocento e dei primi del Novecento, mentre la seconda ospita opere che vanno dagli anni Sessanta ai giorni nostri: nella nostra guida di viaggio alternativa non potevamo proprio non svelarti questa chicca finale!

No Comments

Post A Comment

Condivisioni