Bressanone cosa vedere: guida di arte, creatività e lifestyle

Negli ultimi anni le Dolomiti sono diventate un punto di riferimento molto interessante per l’arte contemporanea e oggi vogliamo parlarti di una perla incastonata tra Bolzano e Vipiteno: parliamo di Bressanone.

Situata tra vigneti e frutteti, questa località stupisce per i monumenti e la natura, ma il suo fiore all’occhiello è la visione internazionale che l’ha trasformata in una delle destinazioni più interessanti per il turismo culturale contemporaneo.

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Bressanone, in questo articolo condividiamo il nostro itinerario creativo tra il Water Light Festival, arte contemporanea, locali e molto altro.

Leggi anche: Arte contemporanea sulle Dolomiti, i luoghi imperdibili

Water Light Festival Brixen

Il motivo per cui siamo state a Bressanone è il Water Light Festival, alla sesta edizione. Lo conosci? Con il motto “Acqua è vita – luce é arte”, questo festival affronta temi attuali e molto importanti, in particolare la sostenibilità ambientale e il ruolo determinante che ha l’acqua nella nostra vita.

Fino al 12 maggio 2024 a Bressanone e al 29 giugno a Novacella, puoi ammirare tantissime installazioni di artisti locali e provenienti da tutto il mondo che hanno conferito una magia senza eguali a luoghi simbolo della città.

cosa vedere a bressanone opera stefano cagol ponte
@Travel on Art, opera The Global Warning di Stefano Cagol dell’edizione 2022

In pochi anni questo festival è diventato un punto di riferimento importante per gli appassionati di light art: inoltre, durante questa edizione, sono stati coinvolti artisti del calibro di Anish Kapoor, confermando il potenziale in costante divenire di questo festival.

Noi siamo rimaste davvero colpite dalla qualità artistica del progetto e ci siamo immerse a pieno in queste nuove vesti di Bressanone, tornando anche bambine, sempre con Thor al nostro seguito!

@Travel on Art, opera Climate di Onionlab dell’edizione 2024

Cosa fare a Bressanone: 6 luoghi imperdibili

Bressanone è destinazione perfetta per chi viaggia con bambini o con amici a 4 zampe perché si percorre comodamente a piedi o in bicicletta e non mancano zone verdi e fontane. Tra le chicche da non perdere ti consigliamo:

  • via dei Portici Maggiori e via Ponte Aquila in cui si possono ammirare architetture tipiche tirolesi ed incantevoli finestre ad arco;
  • il Duomo di Santa Maria Assunta che è un’imponente chiesa barocca con due torri campanarie e ospita un affresco di Paul Troger nel centro della navata. Da non perdere anche il Chiostro del Duomo decorato con un ciclo di affreschi tra i più preziosi di tutto l’arco alpino;
  • l’opera di arte urbana Syn di Giulio Vesprini che si trova sulla parete esterna del centro ricreativo e culturale Don Bosco, in Viale Mozart 32;
  • la Galleria Civica di Bressanone che ha la mission di sottolineare il valore personale e sociale dell’arte contemporanea promuovendone lo sviluppo e mediandone i contenuti. Qui un comitato nomina ogni anno un nuovo curatore, incaricato di gestire 4-5 mostre;
  • se ti stai ancora chiedendo cosa vedere a Bressanone e dintorni ti consigliamo il centro per la cultura giovanile Ex Cinema Astra. Con una superficie complessiva di 670 metri quadrati, questo centro organizza attività culturali e coltiva sperimentazioni e produzioni creative.

L’ultima tappa imperdibile, che ci ha profondamente colpite, è lo Stabilimento 3 dell’Azienda Barth, in Via Durst 38, che si occupa di progetti d’interni, anche di musei.

Nato dalla visione del collezionista Ivo Barth, questo luogo accoglie alcune opere della sua collezione, propone mostre temporanee ed è anche uno spazio comune per i dipendenti.

“Nel corso degli anni, la mia passione per l’arte si è intensificata e ora mi circonda. È da molto che avevo in mente di avere un mio spazio per l’arte. Ho misurato con i piedi gli spazi museali che mi attraggono e li ho memorizzati nella mia testa”.

Queste parole di Ivo Barth si respirano in ogni dettaglio di questo luogo: dall’illuminazione alla cura dell’allestimento, dall’eleganza minimale all’accessibilità. E apprezziamo tantissimo proprio questa vocazione alla condivisione dell’arte, che si apre a chiunque la voglia vivere: lo spazio infatti può essere visitato il venerdì su appuntamento.

cosa vedere a bressanone opere arte barth
@Barth

Dove mangiare a Bressanone: 3 consigli

Bressanone, nonostante sia una piccola città, ha un’ampia proposta di locali dal design curato. Noi abbiamo avuto il piacere di provarne 3 e vogliamo assolutamente consigliarteli (tutti dog friendly)!

Alter Schlachthof è un ex mattatoio che è stato riconvertito in concept space con spazio ristorante, bar e camere. Il design ti porta in un attimo in Nord Europa: ogni dettaglio è stato curato alla perfezione e questa visione si coglie ad ogni passo. Anche il menù ha un’ampia proposta di cocktail che spiccano per la selezione di ingredienti locali, in particolare le erbe aromatiche. Menzione d’onore anche alla loro produzione di birre artigianali: noi te lo consigliamo tantissimo!

La Locanda Decantei è un luogo intimo e accogliente in cui godersi una cena: oltre ai piatti tipici, ci sono anche molte proposte vegetariane. La vellutata di asparagi con asparago in tempura è un piccolo capolavoro per il palato: ti consigliamo anche il risotto con le erbe aromatiche di montagna.

Il ristorante Traubenwirt, nel cuore del centro storico di Bressanone, è un locale storico che propone piatti della cucina altotesina: oltre ad aver accolto Thor con grande garbo, quello che abbiamo apprezzato è la presenza di vari piatti vegetariani (i ravioli al tarassaco sono fenomenali) e anche di un main piatto vegano.

cosa vedere a bressanone ristorante ex mattatoio
@Travel on Art, Aalter Schlachthof

Dove dormire a Bressanone

Se stai cercando un hotel dog friendly con parcheggio e nel cuore del centro storico di Bressanone, abbiamo due soluzioni perfetta per te: l’Hotel Krone e il Lasserhaus. Due aspetti molto apprezzati dell’Hotel Krone sono il terrazzo con vista in camera e la colazione con molte proposte veg.

Il Lasserhaus è il punto di riferimento all’ingresso di Stufles, il quartiere più antico della città: da ottobre 2023 è diventato un art hotel che custodisce opere molto interessanti, per vivere un’esperienza culturale a 360 gradi. Noi ce ne siamo innamorate (anche qui alcune camere sono dedicate a chi viaggia con il proprio amico a 4 zampe).

Bressanone e dintorni cosa vedere

Dopo aver concluso il tuo itinerario alla scoperta di cosa vedere a Bressanone, ti consigliamo di visitare i dintorni che offrono tantissimi tesori.

Il primo è l’Abbazia di Novacella, una delle più importanti abbazie del nord Italia e dell’Arco Alpino costituita da un complesso di edifici religiosi e civili e sede di alcune delle opere del Water Light Festival. Qui non solo puoi fare una degustazione dei vini locali che sono davvero ottimi, ma potete visitare la splendida biblioteca.

L’edificio a due piani, situato al lato sud del cortile abbaziale, è stato commissionato dall’abate Leopold de Zanna e terminato nel 1778. Appena varcata la soglia, ti sembrerà di essere catapultato nel film La bella e la bestia.

Per una pausa pranzo o una degustazione di vini, la Cantina dell’Abbazia è una certezza (ed è dog friendly).

cosa vedere a bressanone biblioteca abbazia novacella
@Travel on Art, biblioteca Abbazia Novacella

A circa 35/40 minuti d’auto da Bressanone ci sono le cascate di Stanghe nei pressi di Racines, tra la Val Ridanna e la Valle di Racines. Le cascate attraversano in modo affascinante la piccola gola di Stanghe, anche conosciuta come orrido Gilf. Sono un autentico paradiso naturalistico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *