7 mostre d’arte contemporanea da non perdere a marzo 2024

La primavera è alle porte e questo è uno dei periodi dell’anno migliori per concedersi un weekend o una gita all’insegna dell’arte. In queste ultime settimane siamo state spesso in viaggio tra Roma, Milano, Rovigo e da queste trasferte è nata la nuova selezione delle 7 mostre d’arte contemporanea da non perdere a marzo 2024.

Pittura, fotografia, installazioni, manifesti: se non vedi l’ora di tornare nel tuo museo preferito o vuoi scoprirne uno nuovo, ecco alcune ispirazioni.

Mostre d’arte contemporanea marzo 2024: primavera d’arte!

La primavera è il nostro periodo dell’anno preferito per viaggiare alla scoperta dell’arte, sia nei musei sia nei percorsi open air; per questo abbiamo già in programma alcuni nuovi itinerari da sperimentare. Intanto ci siamo immerse alla scoperta delle mostre d’arte contemporanea da non perdere a marzo 2024, passando da Milano a Roma, da Rovigo a Palermo e così via.

Qui troverai installazioni site specific, opere pittoriche inedite, scatti di fotografi straordinari e molto altro. Ecco quindi quali sono gli appuntamenti che ti consigliamo di segnare in calendario per i tuoi prossimi weekend o gite fuori porta durante l’inizio della primavera.

Henri de Toulouse-Lautrec – Palazzo Roverella

Fino al 30 giugno 2024 a Palazzo Roverella a Rovigo.

Ormai siamo affezionate a Palazzo Roverella che negli ultimi anni è diventato un appuntamento fisso delle nostre gite fuori porta. Da fine febbraio ha inaugurato la nuova mostra su Henri de Toulouse-Lautrec, uno degli artisti francesi tra i più rappresentativi della Parigi di fine Ottocento.

Probabilmente ti è già capitato di vedere delle mostre dedicate a lui, ma la maggior parte delle volte sono esposti solo i suoi manifesti: questa invece ha un focus importante sulla sua attività di pittore, con dipinti e pastelli che provengono da prestigiosi musei americani ed europei.

Co-protagonista della mostra è anche la città di Parigi, che viene raccontata attraverso i suoi luoghi iconici dell’epoca, come il primo cabaret artistico Le Chat Noir. In questo percorso espositivo si snodano 60 opere dell’artista, su più di 200 opere complessive, evocando tutta la vivacità della scena artistica parigina di quei tempi.

Leggi il nostro approfondimento sulla mostra!

mostre arte contemporanea da non perdere marzo 2024 copertina articolo
@Travel on Art, mostra Henri de Toulouse- Lautrec

Look Down – Palazzo Reale

Fino al 3 giugno 2024 a Palazzo Reale a Palermo.

Jago ci stupisce ancora, questa volta con la scultura in marmo bianco di un bambino rannicchiato in posizione fetale, esposto al centro del Cortile Maqueda del Palazzo Reale di Palermo e rivolto verso un luogo spirituale storico, la Cappella Palatina.

Quest’opera si intitola “Look Down” ed è un invito a “guardare in basso” ed è a tutti gli effetti uno specchio contemporaneo attraverso cui tutti noi possiamo cogliere e riflettere sulle sfide della contemporaneità.

Un aspetto toccante è il legame che si crea tra l’opera e il contesto, un dialogo non solo concettuale ma anche visivo ed estetico tra la scultura in marmo bianco di Jago e l’imponenza architettonica dell’antico Palazzo dei Normanni.

Burning Blue – Contemporary Cluster

Fino al 20 marzo 2024 a Contemporary Cluster a Roma

Se hai in programma un viaggio a Roma, un tappa che non puoi perdere è Contemporary Cluster, all’interno delle mura dello stupendo Palazzo Brancaccio. Burning Blue è la prima mostra personale in Italia dell’artista iraniano Habib Farajabadi che realizza i suoi dipinti lavorando su entrambi i lati della tela.

Per comporre le sue opere in acrilico, usa strumenti tra loro molto diversi: dai chiodi alle spazzole per capelli, dai ceppi in legno alle forchette, ma mai il pennello. In questo modo realizza dei segni e degli alfabeti immaginari davanti ai quali la decodificazione diventa un’esperienza emozionale.

Le opere presentate nella mostra Burning Blue trascendono i confini della realtà e creano uno sguardo che si fonde tra il reale e l’immaginario: un appuntamento romano imperdibile.

Leggi anche: Guida all’arte contemporanea a Roma

Hilde in Italia – Museo di Roma in Trastevere

Fino al 5 maggio 2024 al Museo di Roma in Trastevere a Roma.

Hilde Lotz-Bauer non solo è stata una pioniera della street photography, ma le sue fotografie hanno accompagnato le ricerche di numerosi storici dell’arte.

Formatasi come fotografa alla scuola di Monaco e dopo aver già conseguito un Dottorato in Storia dell’Arte, ha raggiunto Roma alla fine del 1934 grazie ad una borsa di viaggio presso la Bibliotheca Hertziana. Da lì con la sua piccola Leica portatile, ha catturato attimi di vita sparsi in varie zone d’Italia, ritraendo il patrimonio artistico, ma anche tutta l’umanità che attraversava il nostro paese nonostante tutto negli anni del Ventennio fascista.

In mostra al Museo di Roma in Trastevere è esposta l’opera complessiva realizzata nel decennio 1934-1943 mettendo in luce i due maggiori aspetti della sua produzione: da un lato le commissioni per gli storici dell’arte e dall’altro la fotografia di reportage, lo sguardo di storica dell’arte e quello di fotografa.

mostre arte contemporanea da non perdere marzo 2024 hilde in italia roma
@Travel on Art, mostra Hilde in Italia

House of the Lobster – MANN

Fino al 1 aprile 2024 al MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Una collaborazione tra un artista contemporaneo visionario e un museo archeologico: tutto questo è House of the Lobster, il nuovo progetto site specific dell’artista britannico Philip Colbert per il MANN di Napoli.

Definito da alcuni come l’erede di Andy Warhol, Colbert con questo progetto rende omaggio alle radici della mitologia dell’aragosta, attraverso un’affascinante serie di opere ispirate alla collezione di mosaici del museo provenienti dalla Casa del Fauno di Pompei.

Appena varcata la porta del museo, nella hall principale si snodano tele e sculture in marmo e bronzo, che ricordano il mondo dei cartoon: il percorso prosegue anche nei due giardini che circondano il museo, quello delle camelie e quello delle fontane. Tra le mostre d’arte contemporanea da non perdere a marzo 2024, questa non poteva proprio mancare.

Juergen Teller. I need to live – Triennale

Fino al 1 aprile 2024 alla Triennale di Milano.

Se ami la fotografia, questo nuovo appuntamento alla Triennale di Milano ha un grande fascino.

La mostra dedicata al fotografo tedesco Juergen Teller, celebre per le sue opere raffiguranti personaggi famosi e i provocatori editoriali per importanti pubblicazioni, propone oltre 1.000 opere esposte tra lavori personali e su commissione, immagini note e delle nuove serie fotografiche, oltre a video e a installazioni.

Il titolo della mostra “I need to live” è molto evocativo, quasi un mantra dell’artista che cerca di sopravvivere alle tragedie che hanno toccato la sua vita: con le sue fotografie non solo riconosce la fragilità dell’esistenza umana, ma celebra la nostra presenza qui e ora. Attuale, urgente e potente.

Chiara Camoni. Chiamare a raduno – Pirelli Hangar Bicocca

Fino al 21 luglio al Pirelli Hangar Bicocca a Milano.

L’ultimo appuntamento che ti consigliamo di non perdere a marzo è la mostra dedicata a Chiara Camoni e ospitata negli spazi di Pirelli Hangar Bicocca a Milano. La pratica di questa artista è molto interessante e versatile perché si estende dal disegno alle stampe vegetali, dal video alla scultura, con un’attenzione raffinata per la ceramica.

La mostra propone il corpus più ampio delle opere di Camoni mai presentato e, unito ad una serie di nuove produzioni, crea quella che è stata definita un’architettura di collettività e raccoglimento, che si ispira nelle forme al giar­dino all’italiana tardo-rinascimentale e agli anfiteatri antichi. Questa grande installazione ospita numerose opere dell’artista, offrendo un’esperienza di viaggio nel viaggio: sicuramente di grande impatto e di ispirazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *