8 opere famose di Andy Warhol per amare la pop art

Andy Warhol, conosciuto come il re della Factory, è un uomo che ha dato vita ad un’autentica rivoluzione, trasformando in arte qualsiasi prodotto trovasse sullo scaffale di un centro commerciale. Il suo linguaggio divide ancora oggi: se alcuni adorano il suo stile, riconoscendogli un carisma inimitabile, altri invece pensano che si sia limitato a cavalcare l’onda di un successo in parte immeritato, esasperando il suo egocentrismo. Quello che è certo è che le opere famose di Andy Warhol hanno invaso e continuano ad invadere i musei di gran parte del mondo: scopriamo insieme una top list selezionata dei suoi capolavori più conosciuti.

Opere famose Andy Warhol: da Marilyn alla zuppa Campbell’s

Considerato uno degli artisti più iconici di sempre, Andy Warhol non ha avuto paura di osare e cambiare, interpretando ed esplorando diversi corrente artistiche ben distinte tra loro. Le sue opere celebrano non solo star di Hollywood e del mondo della politica, come Marilyn Monroe e Mao, ma anche oggetti di uso comune come i barattoli di zuppa Campbell’s e le bottiglie di coca cola. Ecco quali sono le opere famose di Andy Warhol che hanno cambiato la storia dell’arte per sempre.

Leggi anche: Andy Warhol chi è il re della Factory

opere famose di andy warhol dettaglio

@Qube Music

Gold Marilyn Monroe

Quest’opera è stata realizzata nel 1962 ed è conservata a New York presso il MOMA. Nonostante Warhol avesse a disposizione moltissime immagini della diva, alcune particolarmente accattivanti, l’artista ha deciso di servirsi solo di questo scatto. Perché? Il primo motivo è che, essendo l’attrice morta, l’immagine che più le si addiceva era il volto immobile e truccato di un cadavere, quindi un’immagine che si presta ad una sola interpretazione e che si ripete all’infinito. Il secondo motivo dipende dalla predilezione di Warhol per l’impostazione frontale e il campo ristretto delle foto-tessere, ottima per rendere al massimo il volto della Monroe.

Quest’opera ha un significato preciso: le persone ormai erano abituate a vedere centinaia di immagini della star, non considerandola più una persona, ma un’icona consumistica, al pari di una bottiglia di coca cola su uno scaffale. Per questo nell’opera Gold Marilyn Monroe, Warhol ha giocato ancora di più sull’idea di icona, inserendo il volto di Marilyn su un grande sfondo dorato. Invece che osservare l’immagine di un divinità, ognuno di noi si ritrova ad osservare il viso di una donna che è diventata una star ed è morta per una terribile tragedia.

opere famose andy warhol flowers

@Garden Collage, Flowers, Andy Warhol

Flowers

I famosi Flowers sono comparsi nel 1964 a New York, durante una mostra organizzata all’interno della galleria di Leo Castelli, grande personalità del settore artistico che più volte lavorò con Andy Warhol.  La storia di questo lavoro risale all’estate di quell’anno, quando partendo da una fotografia a colori di fiori di ibisco, l’artista dai capelli biondo platino decise di rielaborare e ripetere l’immagine tantissime volte (si parla addirittura di 900 copie). Trasformando e astraendo i fiori rispetto al loro contesto naturalistico originale, Warhol creo un’opera decorativa dalle svariate tonalità, proponendo una sorta di giardino. Questa intuizione gli permise di rendere l’evento nella galleria in un autentico successo professionale ed economico.

Leggi anche: Roy Lichtenstein e le sue opere spiegate in 6 punti

Eight Elvises

Eight Elvises è un dipinto serigrafato del 1963 di Andy Warhol che ha voluto celebrare un’icona intramontabile: Elvis Presley. Nel 2008, durante l’esplosione della crisi economica, questo quadro è stato venduto dal marchese romano Annibale Berlingieri ad un acquirente anonimo per la cifra di 100 milioni di dollari.

The Last Supper

The Last Supper è un’interpretazione del Cenacolo di Leonardo da Vinci, realizzata nel 1986. Considerata una delle opere famose di Andy Warhol racchiude l’essenza della sua poetica che aveva l’obiettivo di demistificare l’opera d’arte e la sua originalità di “pezzo unico”, per dimostrare che anche il capolavoro di Leonardo non era altro che un prodotto del  ”consumo di massa”. Chiunque infatti conosce l’opera di Leonardo che ritrae l’ultima cena di Gesù, a prescindere che l’abbia vista dal vivo o meno.

opere famose andy warhol

@Cultura Biografieonline, Campbell’s Soup Cans, Andy Warhol

Campbell’s Soup Cans

Campbell’s Soup Cans è un’opera d’arte realizzata da Warhol nel 1962 ed è conosciuta anche come 32 Campbell’s Soup Cans. Consiste in trentadue tele in polimero sintetico su tela, ciascuna di 51 cm × 41 cm, che raffigurano tutte le varietà dei barattoli di zuppa Campbell allora in commercio. Quest’immagine non ha una valenza prettamente estetica, ma simbolica: queste scatolette rappresentano l’omogeneizzazione della società moderna che propone alimenti preconfezionati uguali per tutti. Uno dei pregi degli americani, come lo stesso Warhol aveva espresso in passato, consisteva nel fatto che tutti mangiassero tutti le stesse cose: in questo caso diventa quindi molto evidente la famosa “american way of life” in cui l’uguaglianza viene realizzata in una società che garantisce uguali possibilità per tutti.

Banana Album

Tra le opere famose di Andy Warhol non spiccano solo le serigrafie, ma anche delle illustrazioni di copertine di album musicali. L’esempio emblematico è stata la banana che l’artista propose nel 1967 come oggetto centrale per la copertina dell’album dei Velvet Underground & Nico. Per la band all’inizio non fu semplice trovare qualcuno che si occupasse della realizzazione della copertina dell’album, viste le tematiche scottanti che erano state trattate, ma Warhol non ebbe il minimo timore e trasformò il frutto giallo in un’icona ancora oggi riconoscibilissima. Nelle edizioni originali dell’album, la banana poteva anche essere sbucciata grazie ad una pellicola adesiva che, una volta tolta, dava l’illusione di levare la buccia ad una vera banana.

Leggi anche: Le 5 opere più famose di Keith Haring

Silver Liz

Silver Liz è un ritratto di Elisabeth Taylor che Andy Warhol ha realizzato nel 1963, dopo una lunga frequentazione con l’attrice nel periodo d’oro dello Studio 54, il locale di ritrovo delle celebrità. Questa opera è stata realizzata sempre con la tecnica della serigrafia a partire da un’immagine pubblicitaria, con l’aggiunta di vernici spray: le zone intorno ai suoi occhi sono state evidenziate con un verde acqua e le labbra con un rosso brillante. Il suo viso appare talmente perfetto da essere quasi irreale.

opere famose di andy warhol

@RSI, Self-portrait, Andy Warhol

Self-portrait

Tra le opere famose di Andy Warhol non si può non citare Self-portrait, realizzato nel 1986. Dopo aver realizzato ritratti di personaggi celebri, Warhol aveva capito di essere diventato a sua volta un’icona: quest’opera è un autoritratto realizzato in varie versioni, ma che a posteriori rappresenta la sua ultima riflessione sulla vita e la morte dei divi. Impossibile non rimanere conquistati dal sguardo che pare già aver raggiunto “un oltre”.


PH Copertina: Metropolitan Magazine

 

No Comments

Post A Comment

Condivisioni