hotel-arte-copertina

Hotel d’arte da non perdere: la nostra top list

Gli amanti dell’arte non solo non sanno resistere ai musei e alle gallerie, ma spesso e volentieri cercano di circondarsi di luoghi votati alla bellezza. In questi ultimi mesi, abbiamo deciso di approfondire un tema che ci appassiona: ecco quali sono 8 hotel d’arte da non perdere in giro per il mondo. Ovviamente la nostra è una piccolissima selezione, ma alcune strutture ci hanno stupito per la loro lungimiranza e la loro sensibilità verso il patrimonio artistico che custodiscono con cura, mettendolo spesso a disposizione non solo dei loro clienti, ma anche del pubblico esterno. Sei pronto a partire per questo viaggio all’insegna dell’arte e del relax? Andiamo!

Hotel d’arte imperdibili: la nostra top list

L’esperienza di soggiorno negli hotel d’arte è sicuramente unica e irripetibile: questi luoghi, che si occupano di accoglienza, hanno capito quanto l’influenza di un’opera d’arte possa cambiare il corso della giornata degli ospiti. Svegliarsi e concedersi una colazione, ammirando opere di Damien Hirst e Niki de Saint Phalle non ha prezzo: chi di noi non ha sognato almeno una volta di vivere un momento del genere? Se sei alla ricerca di un hotel d’arte per il tuo prossimo viaggio, qui potrai scoprire la nostra personalissima top list!

The Thief, Oslo

Situato accanto al museo d’arte moderna e contemporanea Astrup Fearnley Museet, che noi abbiamo adorato, questo hotel ha il permesso di attingere dalla sua collezione per presentare opere importanti! Non male eh? In alcune zone della struttura, per esempio, potrai ammirare splendide opere come quelle di Niki de Saint Phalle. Ma c’è di più, tutte le 119 camere dell’hotel contengono opere d’arte contemporanea: il curatore incaricato di gestire le opere è Sune Nordgren, già direttore al National Museum di Oslo.

Leggi anche: Oslo, capitale dell’arte e dell’architettura

 

hotel arte ibiza

@ Paradiso Ibiza Art Hotel

Paradiso Ibiza Art Hotel, Ibiza

Questo hotel d’arte è stato aperto pochissimi mesi fa, ma sarebbe stato impossibile non includerlo in questa lista. Le parola d’ordine dei designer sono state creatività e rosa! Ti sembrerà infatti di trovarti a Miami tra pareti rosa e arredi vintage catapultati nel presente. A rendere unico questo hotel sono le 3 mostre annuali, l’Art Library che propone libri e riviste a disposizione degli ospiti, la galleria espositiva interna, il calendario di residenze d’artista e la curata collezione permanente. L’obiettivo di questa struttura non è solo diventare una meta ambita e chic, ma un punto di riferimento per la scena artistica locale!  

21C Museum Hotel, Louisville

Volando negli Stati Uniti, ti portiamo alla scoperta del 21C Museum Hotel di Louisville: definito un boutique hotel, ospita mostre d’arte contemporanea, soprattutto fotografie e installazioni di artisti emergenti! Godersi una giornata nella natura per poi concedersi un pranzo seduti in una sala piena di opere d’arte, non è niente male come piccolo sogno nel cassetto!

Art’Otel, Amsterdam

La struttura di cui ti parliamo ora è probabilmente una delle nostre preferite: si chiama Art’Otel ed è ad Amsterdam. A differenza di altri hotel in cui le opere d’arte sono utilizzate come arredamento, in questa struttura potrai vivere un’esperienza a 360° nel mondo dell’arte contemporanea. All’interno infatti ci sono un curatore che guida gli ospiti alla scoperta delle opere e un art concierge che ti consiglierà sui migliori eventi culturali da non perdere in città: un binomio geniale.

hotel arte valpolicella

@Byblos Art Hotel Villa Amistà

Byblos Art Hotel Villa Amistà, Valpolicella

Natura, buon vino e arte sono la combinazione perfetta per un soggiorno a 5 stelle: per questo ora ti presentiamo il Byblos Art Hotel Villa Amistà, immerso nella splendida Valpolicella. Questa villa veneta del XVI secolo, circondata da un meraviglioso parco, si è trasformata in un museo d’arte contemporanea e di design: ospita infatti opere di Marina Abramovic, Loris Cecchini, Mat Collishaw, Damien Hirst e Luigi Ontani. Un sogno per qualunque appassionato d’arte!

The Ritz Carlton Millenia, Singapore

Questo lussuoso hotel d’arte, situato nel cuore di Singapore, ospita oltre 4000 opere d’arte: incredibile vero? La quasi totalità delle opere è stata commissionata appositamente per l’hotel: gli ospiti possono fare un tour guidato della collezione d’arte, prendendo in prestito un iPod al banco di accoglienza e ascoltando un podcast di circa 30 minuti! Ma non disperare: anche i non ospiti possono visitare la collezione!

hotel arte street art milano

@Madama Hostel& Bistrot, Travel on Art

Madama Hostel & Bistrot, Milano

Il Madama Hostel & Bistrot è il paradiso per i viaggiatori amanti della street art perché al suo interno custodisce un patrimonio artistico strepitoso con opere di Zed 1, Seacreative, Mister Thoms e molti altri. Grazie alla determinazione e all’impegno dei fondatori, è stato possibile trasformare questo ex commissariato di polizia in un tempio del riuso, dell’accoglienza e della creatività. Qui infatti potrai non solo prenotare una stanza, ma anche concederti un ottimo brunch domenicale o un ricco aperitivo la sera: tutti a Milano dovrebbero dedicarsi alla scoperta di questo museo della street art!

Leggi anche: Madama Hostel & Bistrot Milano: quando la street art diventa casa

NYX Hotel, Milano

Il NYX Hotel di Milano è uno dei posti perfetti per gli amanti della street art perché ogni piano è personalizzato da un artista diverso! Questa struttura è una tra le prime in Italia ad ospitare gallerie creative dedicate al writing e alla street art: Moneyless, Corn79 e UrbanSolid, questi sono solo alcuni dei nomi degli artisti che sono intervenuti in questo hotel d’arte! Un ottimo motivo per organizzare un weekend milanese!

hotel arte - top list

StraVagante Hostel – ©Studio Ramon Zuliani

StraVagante Hostel, Verona

Infine, vogliamo parlarti di uno dei progetti di hotel d’arte più recenti in Italia: lo StraVagante Hostel di Verona. Si tratta del primo social hostel della città, significa che è completamente accessibile da tutti, anche da persone con ridotta mobilità motoria. È stato inaugurato a luglio 2018 e parte del personale è composto da ragazzi disabili e ragazzi in situazioni di svantaggio, che avevano perso il lavoro. Bene, questo ostello oltre ad essere un luogo inclusivo è anche una bomba di street art: con il progetto RAME i 4 artisti Peeta, Luca Font, Koes e Lucamaleonte hanno dipinto le pareti della struttura, ciascuno con il proprio stile. RAME Project è l’esempio perfetto di come l’arte urbana possa essere uno strumento per la rigenerazione degli spazi e degli edifici. Non resta che prenotare subito e iniziare un viaggio meraviglioso nella street art!

No Comments

Post A Comment

Condivisioni