Google Art Project

google art project

Google Art Project

Tante volte si è discusso dell’importanza della digitalizzazione nel mondo dell’arte e della cultura, così oggi ti parlo di Google Art Project (oggi rinominato Google Arts & Culture). Dal 2011 Google ha avviato una collaborazione con centinaia di musei, istituzioni culturali e archivi per rendere disponibili online i tesori culturali del mondo.

Che cos’è Google Art Project

È un progetto culturale realizzato da Google, che fa parte del Google Cultural Institute. Il suo obiettivo è di raccogliere immagini in alta risoluzione di opere d’arte esposte in numerosi musei del mondo, rendendole fruibili dal pubblico. Oltre a questo, il programma permette di fare una visita virtuale delle gallerie in cui sono esposte.

Insieme ad un team di Googler dedicati, sono stati creati degli strumenti che consentono al settore culturale di portare online sempre più contenuti del ricco patrimonio di cui dispone, rendendoli così accessibili a tutti. Si possono trovare opere d’arte, monumenti e siti del patrimonio mondiale, nonché mostre digitali che raccontano le storie racchiuse negli archivi delle istituzioni culturali di tutto il mondo. Un caso concreto e recente è quello della Biennale d’arte di Venezia.

“Arte, mostre, fotografia e siti archeologici. Tutto a portata di un clic. Questo è l’obiettivo di Google Cultural Institute che ha dato vita a diversi progetti attraverso una piattaforma tecnologica gratuita a disposizione delle istituzioni culturali per promuovere il loro patrimonio artistico”

google art project

@Google Art Project

Il progetto è stato lanciato il primo febbraio del 2011 da Google e si è evoluto fino ad oggi con il nome di Google Arts & Culture. Include opere presenti presso alcuni dei musei più grandi e famosi del mondo come:

  • Uffizi di Firenze
  • Tate Gallery di Londra
  • Metropolitan Museum of Art di New York
  • Musei Capitolini di Roma
  • Museo Diocesano di Milano

Musei grandi e piccoli, classici e moderni, di fama mondiale e radicati a livello locale in oltre 40 paesi, i quali hanno contribuito con oltre 40.000 immagini ad alta risoluzione di opere che vanno dai dipinti su tela alle sculture e agli oggetti di arredamento. Alcuni dipinti sono disponibili in formato “gigapixel“, che permette di eseguire lo zoom a livello della pennellata per esaminare dettagli mai visti.

Leggi anche: Street View Portraits, il giro del mondo virtuale di Jacqui Kenny

Tate Britain google art project

@Google Art Project

Come funziona Google Art Project e come ha lavorato il Google Cultural Institute

“Oltre 57.000 opere d’arte rese disponibili da musei partner in tutto il mondo. All’interno del sito si possono trovare dipinti, disegni, sculture, oggetti religiosi, monumenti, fotografie storiche e importanti manoscritti tratti da collezioni di tutto il mondo. Video sapientemente narrati, audio guide, note di consultazione, informazioni dettagliate, mappe e molto altro.”

Il Google Cultural Institute ha messo i tesori del mondo a disposizione di ognuno di noi, permettendoci di viaggiare tra meravigliosi capolavori, pur rimanendo seduti alla nostra scrivania di casa. Possiamo scegliere di osservare le opere d’arte nei loro dettagli, di fare un tour virtuale tra le sale della Tate Gallery e persino di costruire una nostra galleria personale da condividere con gli amici.

La mission del Google Cultural Institute, attraverso Google Art Project (Google Arts & Culture) è quella di organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e utili. Il Cultural Institute è uno sforzo concreto per rendere disponibile e accessibile a tutti l’arte e la cultura, per conservare in formato digitale importanti materiali culturali e per ispirare ed educare le generazioni future, ponendosi come strumento all’avanguardia per gli studenti di tutto il mondo.

Leggi anche: Street art, arte o vandalismo?

Street Art Project

Infine l’ultima pillola di bellezza: dopo le opere d’arte delle più importanti collezioni e dei più rinomati musei del mondo, Google ha voluto aprirsi anche all’arte urbana attraverso il progetto Street Art. Un archivio digitale di oltre 5mila opere dipinte su muri, edifici e superfici di tutto il mondo. Il progetto punta a raccogliere diverse forme di street art attraverso le telecamere di Street View: il servizio di Google dà poi la possibilità di vedere in tre dimensioni l’immagine di una strada, senza dimenticare l’enorme potenziale dello sharing, indispensabile quando si parla di street art.  Tutti infatti possono contribuire inviando il materiale, proprio o altrui, prima che le opere scompaiano. Perciò diamoci da fare!


PH copertina: Google Art Project

 

1Comment

Post A Comment

Condivisioni